Le Attrezzature

TAC Cone Beam

In campo medico odontoiatrico quando si parla di diagnostica radiologica all’avanguardia ci si riferisce unicamente alla TAC CONE BEAM (o tomografia computerizzata a fascio conico).
Si tratta di una tecnica di imaging biomedico in cui una tomografia computerizzata viene realizzata mediante dei raggi X con notevole riduzione di dose di radiazioni a cui si espone il paziente rispetto ai sistemi TAC convenzionali e la possibilità di averla disponibile nella nostra struttura permette di accorciare i tempi diagnostici di attesa e di visualizzare direttamente la situazione appena registrata con accurata spiegazione da parte del nostro operatore professionista al fine di chiarire ogni dubbio prima di iniziare a parlare di piano di trattamento personalizzato.
La potenza di tale attrezzatura sta nella capacità di realizzare scansioni radiografiche nelle 3 dimensioni dello spazio permettendo di studiare tutte le caratteristiche dell’osso, anche nel suo spessore e nella sua densità. Da ciò ne deriva il ruolo fondamentale che la TAC CONE BEAM ha acquisito nel trattamento e nella diagnosi dell’implantologia e in particolare risulta indispensabile nelle tecniche di implantologia computer assistita studiate per l’inserzione dei presidi implantari nel modo più sicuro, preciso e saldo possibile. Questa tecnologia viene sempre più impiegata anche in altri campi dell’odontoiatria, come ad esempio l’endodonzia e l’ortodonzia regalando grandi opportunità al clinico che può programmare con esattezza gli interventi, potendoli addirittura effettuare prima su un modello ricreato con stampante 3D basato sulla scansione 3D della CONE BEAM presente in studio.

Piezosurgery

La PIEZOCHIRURGIA si avvale di strumenti lavoranti con vibrazioni ultrasoniche, le quali possono facilmente consentire la divisione delle interfacce tra solido e solido adoperando un certo tipo di vibrazione e tra solido e liquido mediante cavitazione. Nei dispositivi attuali la potenza può essere variata da 2,8W a 16W a seconda della densità ossea sulla quale si andrà a lavorare e la frequenza ultrasonica è modulata dal chirurgo da 10, 30 e 60 cicli / s (Hz) anche fino a 35 kHz consentendo di prediligere basse frequenze per il taglio di strutture mineralizzate, ma non dei tessuti molli come vasi, nervi e mucose risultando una pratica molto precisa e soprattutto sicura.  
Il grande vantaggio della chirurgia con ultrasuoni, oltre alla precisione, è quello di poter preservare maggior struttura ossea migliorando i tempi di guarigione e diminuendo i dolori postoperatori. Infatti questo presidio risulta molto meno traumatico dei classici strumenti rotanti per le ridotte dimensioni delle punte lavoranti, studiate specificamente per le diverse pratiche cliniche, per la capacità di lavorare senza riscaldare i tessuti e per la maneggevolezza e la praticità col quale si può usare; caratteristiche dalle quali deriva la precisione e la sicurezza di tale apparecchiatura.

Le attrezzature Piezoelettriche possono essere utilizzate in molteplici campi dell’odontoiatria come endodonzia, chirurgia orale, implantologia, parodontologia, estrazioni dentali,chirurgia-ortodontica, chirurgia rigenerativa.

Sedazione cosciente

La SEDAZIONE COSCIENTE è una tecnica di rilassamento molto diffusa negli studi dentistici, COMPRESO IL NOSTRO.
E’ usata per eliminare l’ansia e la paura degli interventi e permettere all’operatore di lavorare senza difficoltà e in sicurezza.
Ideale per bambini, adulti e anziani, è un utile presidio per mettere tutti a proprio agio e procedere anche più velocemente nelle pratiche odontoiatriche.

La SEDAZIONE COSCIENTE permette, attraverso la respirazione di Protossido d’azoto, uno stato di euforia e rilassamento perfettamente monitorabile e reversibile, quindi privo di rischi.

Il protossido d’azoto è noto anche come GAS ESILARANTE per via dei suoi effetti euforizzanti. Trova impiego medico come analgesico e anestetico e quasi non presenta controindicazioni.
Per le sue caratteristiche e per il suo stato gassoso si comporta come un anestetico ideale e la sua azione si interrompe immediatamente dopo la fine della sua erogazione, senza creare postumi spiacevoli o effetti duraturi nel tempo.

Le controindicazioni assolute all’uso della sedazione cosciente per via inalatoria sono poche perché:
-la miscela di protossido d’azoto e ossigeno che viene somministrata presenta una concentrazione di ossigeno sempre superiore alla concentrazione di ossigeno normalmente presente nell’aria;
-non esiste allergia al protossido d’azoto;
-non viene metabolizzato ma eliminato dall’organismo tramite l’atto espiratorio;
-non ci sono limiti di età, si può usare su bambini di tre anni come su anziani di novanta purché abbiano la possibilità e la capacità di respirare con il naso ed un minimo di collaborazione;
-non ha controindicazioni con altri farmaci

Quale modo migliore, allora, per rilassarsi in poltrona e permettere tutte le pratiche necessarie senza alcuna preoccupazione o ansia?

Terapia Laser

Esistono vari tipi di laser per uso odontoiatrico, nel nostro studio abbiamo scelto di utilizzare il LASER A DIODI, macchinario il cui funzionamento si basa sull’interazione tra il raggio emesso ed il tessuto biologico presente nel cavo orale(melanina ed emoglobina nello specifico).

Per le sue caratteristiche tale strumentazione offre grandi  vantaggi a clinico e paziente; garantisce quindi: una riduzione dei tempi operativi e di guarigione migliorando il comfort del periodo post-operatorio, una azione di decontaminazione e antibatterica, una rapida emostasi e guarigione del sito operatorio garantendo anche meno gonfiore a seguito delle pratiche cliniche, l’impiego di dosi minime di anestetico.

Per queste ragioni il laser a diodi ha un vastissimo campo di applicazione nell’odontoiatria permettendo le pratiche più disparate con notevoli vantaggi rispetto alle metodiche classiche.

Più precisamente è utilizzato in:

  • Parodontologia, per il trattamento della parodontopatia e quindi di tasche parodontali e piorrea in associazione con detartrasi e scaling manuale
  • Implantologia, permettendo la decontaminazione del sito implantare
  • Chirurgia orale, garantendo tagli precisi con associata cauterizzazione garantendo disinfezione del sito trattato eliminando l’infiammazione ed il relativo gonfiore
  • Sbiancamento dentale, con efficacia aumentata rispetto ad altre tecniche di sbiancamento
  • Desensibilizzazione dentinale, per il marcato potere desensibilizzante che possiede permette di trattare denti, monconi protesici e colletti sensibili
  • Pedodonzia, per l’impatto migliore che riesce ad avere sui più piccoli grazie alla mancata rotazione e l’assenza di rumori di tale apparecchiatura
  • Endodonzia, per la possibilità di disinfettare/sterilizzare i canali radicolari dei denti trattati
  • Protesi, per il condizionamento dei tessuti prima della presa dell’impronta
  • Trattamento di Herpes, Afte, tasche gengivali e biostimolazione

Impronta 3D

La tecnologia in campo odontoiatrico fa ogni giorno passi da gigante e per facilitare i processi ormai sempre più computerizzati di lavoro degli odontotecnici da diverso tempo si spinge sull’idea di poter prendere una impronta delle arcate dentarie in maniera del tutto digitale. Oggi questa idea è diventata attualità e quotidianità e va migliorandosi man mano che passa il tempo.

È con questa breve introduzione che siamo fieri di presentarvi l’ultimo arrivato in studio Tufarelli, lo SCANNER 3D INTRAORALE.

Si tratta di un lettore bioptico che riesce a leggere e registrare direttamente al computer tutto ciò su cui lo si pone, metalli inclusi e senza distorsioni dell’immagine o riflessi fastidiosi per la precisione dell’impronta.

Dopo mille prove degli altrettanti modelli in commercio abbiamo selezionato lo SCANNER INTRAORALE più adatto a noi, a voi e alle pratiche cliniche che lo vedono impegnato ogni giorno nel nostro studio.

Lo scanner in questione garantisce una veloce e precisa lettura dei tessuti molli e duri del cavo orale con cui viene messo in contatto permettendo l’acquisizione dell’impronta di entrambe le arcate in pochi secondi.

Il grande vantaggio? Non serve più la pasta da impronta che tanto è stata detestata nel tempo.

Il fine è sempre quello di garantire prestazioni al più alto livello possibile e con il minimo discomfort. 

Sbiancamento dentale Laser professionale PLUS

Tra le tecniche di sbiancamento dentale attuali figura quella con il Laser a Diodi tra le più richieste ed efficaci; questo strumento ha infatti preso piede nel mondo dell’odontoiatra da diversi anni e viene impiegato in moltissime pratiche e branche di questo settore.

Lo sbiancamento con Laser a Diodi effettuato nel nostro studio consta nell’applicazione di un gel a base di perossido di idrogeno sulla superficie dei denti e nell’attivazione dello stesso tramite il Laser a Diodi che funge in questo modo da catalizzatore e acceleratore. Il perossido di idrogeno così attivato rilascia radicali liberi che agiscono sulla smalto dentale penetrandovi dentro e raggiungendo e attaccando in questo modo le molecole pigmentate dei denti.

Lo sbiancamento ottenuto con il perossido di idrogeno e il Laser a Diodi in combinazione permette di gioire immediatamente del risultato regalando un’estetica al sorriso che va man mano migliorandosi nei giorni appena successivi il trattamento.

L’azione dello sbiancamento professionale sarà mantenibile nel tempo grazie a kit specifici di mantenimento del risultato, studiati in associazione degli specifici materiali utilizzati durante la pratica professionale. Grazie all’uso di questi presidi si può prolungare il croma dei denti ottenuto fino a 1/2 anni.

Inoltre, qualora si sviluppasse leggera sensibilità dentale a seguito dello sbiancamento professionale sarà rilasciata una particolare cura desensibilizzante da eseguire domiciliarmente per avere allo stesso tempo botte piena e moglie ubriaca.

In ultimo, ma non per importanza, poniamo alla vostra attenzione la possibilità di ricevere una cura rigenerante e rafforzante per lo smalto in associazione allo sbiancamento con laser qualora fosse necessario per la qualità dello smalto valutato dal clinico.

Strumentario di Igiene orale o Detrartasi PLUS

Presso la nostra struttura è disponibile una vasta gamma di strumentario utilizzato in combinazione e in maniera standard per le pratiche di igiene orale professionale.

La classica detartrasi (o igiene dentale) potremmo dire che non sia tanto classica in quanto affianca alla strumentazione sonica, ultrasonica e manuale delle superfici dentali e dei solchi/tasche parodontali, l’uso dell’AIRFLOW. 

L’AIRFLOW lavorando con un getto ad alta pressione di acqua e bicarbonato agisce sulla superficie smaltea degli elementi dentali rimuovendo le comuni macchie esterne, come macchie da fumo, da caffè, ecc.. riuscendo a ridare vigore al colore del sorriso e alla sua lucentezza.

Per ultimare la pratica d’igiene orale siamo soliti anche effettuare una seduta di fluorazione topica professionale.

Il tutto in un pacchetto standard e comprensivo di tutte le pratiche elencate col fine di ripristinare l’igiene e la salute di denti, parodonto e quindi di tutto il sorriso.

UN SORRISO È BELLO SE È SANO!

CAD CAM

La presa dell’impronta con tecnologia 3D ha il fine di massimizzare la precisione e l’accuratezza del risultato finale. Col fine di creare capsule, ponti, faccette, intarsi e protesi fisse complete sempre più precise e resistenti, perché ricavate dal pieno, lavoriamo a stretto contatto con odontotecnici di nuova generazione specializzati nel settore del CAD/CAM dentale.

L’acronimo inglese letteralmente significa:

CAD = Computer-Aided Design = progettazione computer assistita

CAM = Computer-Aided Manufacturing = fabbricazione computer assistita

il che si riferisce ad una nuova concezione di lavorazione dei manufatti protesici che li vede scannerizzati, progettati e realizzati tramite lettori ottici, software e fresatori appositamente creati.Il vantaggio di tale approccio sta nella possibilità di realizzare lavori estremamente precisi e accurati, nella possibilità di lavorare con spessori minimi per la realizzazione anche di faccette estetiche, nella possibilità di avere un’anteprima del risultato in modo da poterne studiare caratteristiche e punti deboli per migliorare e rinforzare il progetto prima dell’ultimazione del lavoro.  

Importante è la capacità di tale approccio di ridurre anche i tempi di attesa per la delle protesi, cosa fondamentale per migliorare al presto al condizione estetica e di salute di chi si affida a noi. 

I materiali utilizzati dai fresatori CAD/CAM sono sempre in continua evoluzione per migliorarne sempre più estetica e resistenza e attualmente i più utilizzati risultano essere zirconia, disilicato di litio e ceramiche; ognuno dei quali presenta caratteristiche differenti che permettono di adattarsi ai singoli casi specifici dando sempre risultati soddisfacenti.

Nonostante l’aggiornamento al mondo attuale sempre più computerizzato da parte dei nostri tecnici, va sottolineato che molti lavori vengono effettuati a mano con tecniche di stratificazione e colorazione perfezionate con la lunga esperienza che essi hanno in tale campo.